Iperammortamento

Iperammortamento

Piano Nazionale Industria 4.0

L’Iperammortamento è l’incentivo fiscale dedicato a sostenere le imprese che investono nell’acquisto di beni Industria 4.0 (ad alto contenuto tecnologico).

Si tratta della superagevolazione riconfermata nella nuova Legge di Stabilità 2018 insieme alla altre 2 misure contenute nel pacchetto Industria 4.0, riservata alle imprese che operano nel settore industriale e che mira ad incentivare gli investimenti nei comparti industriali 4.0, con l’aggiunta di tecnologie per l’agricoltura di precisione e per l’abbattimento dei consumi energetici.

OBIETTIVO:

Incentivare gli investimenti in beni strumentali innovativi, attraverso una maggiorazione percentuale del costo fiscalmente riconosciuto dei beni medesimi, consentendo l’imputazione al periodo d’imposta, di quote di ammortamento e canoni di locazione finanziaria più elevati.

INTERVENTI AGEVOLABILI:

L’agevolazione interessa gli investimenti in 47 categorie diverse di beni strumentali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa relativi alle seguenti macroaree:

  • Beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti;
  • Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;
  • Dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento della ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0.

I soggetti che beneficiano dell’iper-ammortamento, nel caso in cui effettuino investimenti in beni immateriali strumentali (software, sistemi e/o system integration, piattaforme ed applicazioni, ecc.) possono beneficiare del super-ammortamento (possibilità di ammortizzare un valore pari al 130% del costo di acquisto).

Esempi: macchine utensili per asportazione, macchine per la realizzazione di prodotti mediante la trasformazione dei materiali o delle materie prime, macchine utensili per la deformazione plastica dei metalli e altri materiali, Macchine utensili per l'assemblaggio, la giunzione e la saldatura, macchine per il confezionamento e l'imballaggio, robot, robot collaborativi e sistemi multi-robot, macchine, strumenti e dispositivi per il carico/scarico, movimentazione, pesatura e/o il sorting automatico dei pezzi, dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, AGV, sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento pezzi, magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica, ecc.

MISURA DEL CONTRIBUTO:

Maggiorazione della deduzione degli ammortamenti e dei canoni di locazione finanziaria nella misura del 250%.

Accedono al beneficio gli acquisti effettuati entro il 31 Dicembre 2018 ovvero fino al 31 Dicembre 2019, a condizione che entro la data del 31 Dicembre 2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Fa fede per la realizzazione dell’investimento la data di consegna del bene, cosi come avveniva in passato, oppure che la costruzione sia stata ultimata e collaudata in caso di cespiti realizzati in appalto. Per poter usufruire dell’iper-ammortamento è necessario fornire apposita autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000 attestante che si tratta di beni riconducibili all’elenco indicato nella legge e che hanno particolare valore per l’organizzazione produttiva dell’azienda.

Nel caso l’ammontare dell’investimento superi 500.000 euro è necessario produrre apposita perizia giurata. Questa autocertificazione (o perizia giurata), i cui contenuti saranno poi esplicitati in sede di pubblicazione della legge, dovrà essere redatta entro il termine dell’esercizio di entrata in funzione del bene.

 

Condividi su