Back to top
Como - Contributi efficienza energetica

giovedì 22 maggio 2014

Como - Contributi efficienza energetica

La Camera di Commercio di Como ha pubblicato un bando per la concessione di contributi finalizzati a sostenere le imprese che realizzano interventi per la riduzione dei consumi energetici oppure installano impianti a fonti rinnovabili. Possono beneficiare delle agevolazioni le Pmi con sede operativa in provincia di Como. Sono ammesse a contributo le seguenti tipologie d'investimento:

  • Misura A – Diagnosi energetiche: analisi sistematiche finalizzate ad ottenere un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio, di una attività o impianto industriale o commerciale o di servizi, a individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e a riferire in merito ai risultati;
  • Misura B – Interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica o alla realizzazione di impianti a fonti rinnovabili:
    • sostituzione di caldaie con pompe di calore per la climatizzazione degli ambienti;
    • sostituzione di impianti frigoriferi con impianti ad elevata efficienza per la produzione di freddo nei processi produttivi;
    • sostituzione di componenti e sistemi per illuminazione esistenti con nuovi ad elevata efficienza energetica e/o installazione di sistemi automatici per la gestione intelligente dei corpi illuminanti;
    • sostituzione di motori elettrici esistenti con nuovi motori ad elevata efficienza e/o installazione di sistemi elettronici di regolazione della frequenza (inverter) in motori elettrici;
    • realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento, o di impianti di trigenerazione alimentati a gas naturale o biogas;
    • introduzione di tecnologie efficienti per la produzione di energia termica e/o per la riduzione delle perdite di calore;
    • sostituzione di autoveicoli per il trasporto persone alimentati a benzina o gasolio con autoveicoli a trazione elettrica oppure a trazione ibrida termo-elettrica;
    • realizzazione di altri interventi su impianti di produzione o di servizio esistenti, ovvero acquisto di nuovi impianti o servizi, funzionali all’attività dell’impresa, finalizzati al risparmio energetico o al recupero di cascami di energia;
    • installazione di impianti a fonti rinnovabili.
Le spese ammissibili, sostenute successivamente alla presentazione della domanda di contributo, comprendono:
  • Misura A: spese relative ai servizi di consulenza per la realizzazione delle diagnosi energetiche;
  • Misura B:
    • acquisto di impianti o loro parti, comprese le relative spese di trasporto, montaggio e assemblaggio;
    • realizzazione di opere edili strettamente connesse e dimensionate agli impianti;
    • acquisto di strumenti, macchine, attrezzature e apparecchiature in sostituzione di apparecchiature esistenti che comportino un risparmio energetico dimostrabile e quantificabile. Gli strumenti devono essere correlati all’attività dell’impresa;
    • prestazioni professionali connesse alla realizzazione dell’intervento;
    • redazione della relazione tecnica predisposta da professionista abilitato, qualora richiesta.
L'aiuto finanziario è concesso sotto forma di contributo in conto capitale pari a:
  • Misura A: 30% delle spese ammesse, fino ad un massimo di 1.500 euro;
  • Misura B: 30% delle spese ammesse, fino ad un massimo di 15.000 euro.
Le imprese interessate possono inviare la domanda di contributo entro il 31 luglio 2014. Per maggiori informazioni, cliccare sul seguente link.

 

Condividi su