Back to top
Nuova Sabatini - Ulteriori istruzioni dal MiSE

mercoledì 02 aprile 2014

Nuova Sabatini - Ulteriori istruzioni dal MiSE

Cresce l’attesa per l’apertura dello sportello – prevista per le ore 9:00 del 31 marzo – per la presentazione delle domande di valere sulla “Nuova Sabatini”, lo strumento agevolativo previsto dal Ministero dello Sviluppo Economico, finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle Pmi, tramite incentivi per l'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. Il Ministero, con apposita circolare, ha fornito ulteriori istruzioni e precisazioni  utili alla migliore attuazione degli interventi, in merito a:

  • Termini per l’erogazione del finanziamento;
  • Cumulo degli aiuti de minimis;
  • Imprese in difficoltà.
Termini per l’erogazione del finanziamento Il finanziamento deve essere erogato in un'unica soluzione, entro trenta giorni dalla stipula del contratto di finanziamento o di leasing, su appositi conti tecnici dedicati, che consentano l'univoca riferibilità delle somme erogate alle relative imprese beneficiarie. La garanzia a copertura del finanziamento si attiverà al momento dell’erogazione sul conto dedicato e, inoltre, il periodo di preammortamento/prelocazione del finanziamento, ove previsto contrattualmente, decorrerà dall'erogazione delle somme da parte della banca/intermediario finanziario sul conto in oggetto. Precisazioni sul cumulo degli “aiuti de minimis” Alla luce dei nuovi regolamenti della Commissione europea in materia di “aiuti de minimis” per i diversi settori, ad eccezione della pesca e acquacoltura, il Ministero precisa che, la disciplina relativa al cumulo del contributo con le agevolazioni concesse a titolo "de minimis" deve intendersi:
  • estesa, per le imprese diverse da quelle agricole e della pesca, al Regolamento Ue n. 1407/13 sugli "aiuti de minimis";
  • riferita anche, per le imprese agricole, al relativo regolamento Ue sugli "aiuti de minimis" nel settore agricolo: il Regolamento Ue n. 1408/13. Pertanto qualora l’impresa benefici di aiuti che ricadano nell’ambito di applicazione del regolamento in oggetto gli stessi risulteranno cumulabili.
Precisazioni sulle imprese in difficoltà In merito alla definizione di impresa in difficoltà, viene precisato che si deve fare riferimento agli “Orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà”, da applicare in toto salvo diversa specificazione. Questo vale anche per le imprese del settore della produzione di prodotti agricoli

Per maggiori informazioni, cliccare sul seguente link

Per maggiori informazioni contattaci, sarà Nostra premura rispondere il prima possibile. [divider_line type="divider_line" el_position="first"] [rev_slider_vc alias="Newsletter" el_position="last"]

 

Condividi su