Back to top
Emilia Romagna - Aiuti aziende agricole area sisma

mercoledì 04 settembre 2013

Emilia Romagna - Aiuti aziende agricole area sisma

La Regione Emilia Romagna eroga contributi per incentivare l’ammodernamento delle aziende agricole che effettuano gli investimenti nei territori colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012. Possono beneficiare dei contributi le imprese agricole sia quelle in forma singola, che quelle in forma aggregata (cooperativa e di Associazione Temporanea di Impresa), nonché le imprese agricole costituenti Comunioni a scopo di godimento. Sono finanziabili i soli interventi da effettuarsi in aziende agricole situate nel territorio dei comuni delle province di Bologna, Ferrara, Modena, Piacenza e Reggio Emilia, colpiti da eventi simici nei giorni 20 e 29 maggio 2012. Gli investimenti ammissibili devono essere finalizzati a migliorare il rendimento globale dell’azienda ed essere riferibili alle seguenti tipologie:

  • costruzione e ristrutturazione di strutture al servizio delle aziende agricole (inclusi miglioramenti fondiari) volte a ridurre i costi di produzione, migliorare la qualitĂ  delle produzioni, migliorare le condizioni di lavoro e/o gli standard di sicurezza;
  • acquisto di macchinari, impianti tecnologici o attrezzature per razionalizzare i mezzi di produzione aziendale, ridurre i costi di produzione, migliorare la qualitĂ  delle produzioni, migliorare le condizioni di lavoro e/o gli standard di sicurezza;
  • riconversioni colturali e varietali per adeguarle alle nuove esigenze dei consumatori, agli orientamenti dei mercati e/o ridurre i costi di produzione;
  • investimenti per la protezione e il miglioramento dell’ambiente, compresi gli investimenti per risparmi energetici;
  • investimenti per il miglioramento delle condizioni di igiene degli allevamenti e per migliorare il benessere degli animali;
  • investimenti in strutture e attrezzature per la lavorazione, trasformazione, commercializzazione delle produzioni aziendali;
  • investimenti finalizzati all’introduzione di sistemi volontari di certificazione della qualitĂ ;
  • investimenti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, inclusi quelli finalizzati alla produzione di biomasse da impianti forestali a rapido accrescimento (Short Rotation Forestry);
  • investimenti finalizzati alla ristrutturazione/riconversione di aziende agricole operanti in comparti produttivi non competitivi.
Le spese ammissibili a finanziamento sono riconducibili alle seguenti categorie:
  • Investimenti materiali di tipo immobiliare e mobiliare, quali:
    • la costruzione e ristrutturazione di beni immobili (inclusi i miglioramenti fondiari);
    • l’acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature.
  • Investimenti immateriali, connessi agli investimenti di cui sopra, quali:
    • acquisto di software;
    • creazione e/o implementazione di siti internet;
    • acquisto di brevetti e licenze;
    • onorari di professionisti e consulenti.
Gli incentivi sono concessi in conto capitale, in misura percentuale sulla spesa ammissibile, con intensità che variano dal 20 al 45% della spesa, a seconda del tipo di azienda e di investimento effettuato. Le domande di contributo devono essere presentate entro il 15 ottobre 2013, all’Amministrazione provinciale competente per territorio, secondo le modalità procedurali fissate AGREA, utilizzando il Sistema Operativo Pratiche (SOP). Per maggiori informazioni contattaci, sarà Nostra premura rispondere il prima possibile. [divider_line type="divider_line" el_position="first"] [rev_slider_vc alias="Newsletter" el_position="last"]

 

Condividi su