Back to top
Emilia Romagna - Incentivi per servizi Pmi del sisma

mercoledì 24 luglio 2013

Emilia Romagna - Incentivi per servizi Pmi del sisma

[vc_row el_position="first"] [vc_column] [vc_column_text el_position="first last"] La Regione Emilia-Romagna incentiva l’acquisizione di servizi di ricerca e sperimentazione da parte delle piccole e medie imprese localizzate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012. Possono beneficiare delle agevolazioni le Pmi produttrici di beni e servizi, aventi l’unità locale localizzata in uno dei comuni interessati dagli eventi sismici del 20 e del 29 maggio 2012 e attive nelle seguenti filiere produttive:

  • Biomedicale e altre industrie legate alla salute;
  • Meccatronica e motoristica;
  • Agroalimentare;
  • Ceramica e costruzioni;
  • ICT e produzioni multimediali.
E’ ammesso a finanziamento l’acquisto di servizi di ricerca e sperimentazione riguardanti:
  • attività di ricerca industriale finalizzate ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un notevole miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti;
  • attività di progettazione e design industriale per la messa a punto di nuovi prodotti;
  • attività di test e sperimentazione su nuovi prodotti o nuovi materiali;
  • acquisizione di brevetti o di licenze brevettuali.
Saranno considerati ammissibili esclusivamente i servizi acquisiti dai seguenti fornitori:
  • strutture di ricerca industriale e trasferimento tecnologico appartenenti alla Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna;
  • università, enti pubblici di ricerca, organismi di ricerca;
  • laboratori inseriti nell’Albo dei laboratori di ricerca accreditati dal MIUR.
Le spese ammissibili riguardano i costi per l’acquisizione dei servizi di ricerca e sperimentazione, per un costo complessivo non inferiore a 20.000 euro. I servizi per i quali si richiede l’agevolazione dovranno essere realizzati, fatturati e pagati successivamente alla data di chiusura del bando per la presentazione delle domande ed entro 12 mesi dalla data di pubblicazione dell’esito della domanda. L’ aiuto finanziario è concesso sotto forma di contributo in conto capitale, entro i seguenti massimali:
  • 70% delle spese ammissibili per le micro e piccole imprese;
  • 50% delle spese ammissibili per le medie imprese.
In nessun caso il contributo potrà superare l’importo di 100.000 euro. Il periodo e le modalità di presentazione ed invio delle domande saranno stabilite con provvedimento del Commissario Delegato. Per maggiori informazioni contattaci, sarà Nostra premura rispondere il prima possibile. [/vc_column_text] [/vc_column] [/vc_row] [vc_row el_position="last"] [vc_column] [divider_line type="divider_line" el_position="first"] [rev_slider_vc alias="Newsletter" el_position="last"] [/vc_column] [/vc_row]

 

Condividi su