Back to top
Parma - Accesso al credito agevolato

venerdì 05 luglio 2013

Parma - Accesso al credito agevolato

La Camera di Commercio e la Provincia di Parma hanno istituito un fondo di (contro)garanzia per agevolare l’accesso a credito delle imprese dei comuni dell’Unione Appennino Parma Est che hanno subito danni a seguito del dissesto franoso dello scorso aprile 2013. L’intervento, che prevede il coinvolgimento dei confidi e degli istituti di credito che operano sul territorio, ha come obbiettivo quello di evitare la dismissione delle attività produttive, mediante:

  • l’accesso facilitato ai finanziamenti, tramite la garanzia confidi e la controgaranzia del fondo;
  • la riduzione dell’ordinaria tempistica necessaria all’erogazione dei finanziamenti da parte degli istituti di credito.

Possono accedere ai benefici le aziende che abbiano sede legale o operativa situata nei comuni di: Calestano, Corniglio, Monchio delle Corti, Neviano degli Arduini, Tizzano, Palanzano, Langhirano, Lesignano, operanti e attive in qualsiasi settore di attività economica. Sono ammesse, in via eccezionale, aziende con sede legale o operativa situata in altre zone o comuni della Provincia colpiti dalla calamità, in base al giudizio di un Comitato Tecnico di valutazione. I finanziamenti garantiti dai confidi dovranno essere perfezionati sotto forma di mutui chirografari della durata massima di 60 mesi. L’importo massimo delle operazioni che possono essere assistite dal fondo è determinato in 50.000 euro per singolo finanziamento. L’entità della garanzia diretta prestata dai confidi sarà pari all’ 80% dell’importo dei finanziamenti concessi alle imprese dagli Istituti di credito. La garanzia diretta del confidi sarà controgarantita al 100% dal fondo costituito. Le imprese interessate devono indirizzare le domande ai confidi, entro il 31 dicembre 2013, salvo esaurimento anticipato dei fondi. L'elenco completo dei confidi/istituti di credtio aderenti sarà disponibile a partire dal 31 luglio. Per maggiori informazioni contattaci, sarà Nostra premura rispondere il prima possibile.

 

Condividi su