Back to top
Milano - Fare impresa digitale

venerdì 28 giugno 2013

Milano - Fare impresa digitale

La Camera di Commercio e il Comune di Milano hanno pubblicato il bando Fare impresa digitale al fine di incentivare gli investimenti nel settore delle tecnologie digitali, strumento indispensabile per la competitività delle micro e piccole, medie imprese milanesi. Gli interventi ammissibili sono suddivisi in tre Misure: • Misura A.1: Sostegno a progetti per l’adozione di nuove tecnologie digitali per le Start-Up, cioè le imprese iscritte al Registro delle Imprese da meno di 4 anni alla data di presentazione della domanda; • Misura A.2: Sostegno a progetti per l’adozione di nuove tecnologie digitali per le Micro, Piccole e Medie Imprese; • Misura B - Supporto alle imprese del settore ICT per la creazione di nuove tecnologie digitali, basate in particolare sul paradigma Internet of Things. Beneficiarie sono le micro, piccole e medie imprese e le reti di imprese iscritte e attive al Registro Imprese della Camera di Commercio di Milano con sede legale e/o sede operativa in provincia di Milano. Sono requisiti specifici della Misura B: • Operare nel settore delle tecnologie digitali e svolgere un’attività classificata con i seguenti codici ATECO 2007: divisioni 26, 27, 58, 59, 60, 61, 62 e 63. • La classificazione dell’attività economica svolta con uno dei codici ATECO 2007 indicati non è vincolante. Infatti, la valutazione della effettiva operatività nel settore delle tecnologie digitali è demandata al Nucleo di Valutazione Tecnica che terrà conto sia dell’attività prevalente dell’impresa, sia dell’autocertificazione del richiedente circa l’esperienza maturata in questo settore. • I codici di attività ATECO 2007 che verranno considerati sono quelli risultanti dalla visura camerale al giorno della pubblicazione del bando. Possono presentare domanda per la Misura B tutte le imprese con forma societaria (società di persone e società di capitali); le imprese individuali, invece, devono risultare iscritte al Registro Imprese da più di 18 mesi dalla data di presentazione della domanda di contributo. Non possono presentare domanda per la Misura B le imprese operanti esclusivamente nella distribuzione (commercio) di prodotti e tecnologie digitali. Non possono presentare domanda le imprese della provincia di Milano assegnatarie dei contributi del bando “Impresa digitale – Nuove Tecnologie Digitali per le Piccole e Medie Impresi”, promosso da Camera di Commercio di Milano, Comune di Milano e Regione Lombardia che non abbiamo concluso la procedura di rendicontazione alla data di presentazione della domanda del presente bando. Il bando finanzia, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto, i seguenti investimenti in nuove tecnologie digitali: Misura A.1 - StartUp e Misura A.2 – Micro, Piccole e Medie Imprese • Mobile & Social eCommerce: adozione di tecnologie informatiche per la promozione e la vendita online di prodotti e servizi, anche attraverso l’integrazione con piattaforme di social networking o attraverso la creazione di applicazioni social, e lo sviluppo di sistemi di pagamento online collegati a tali piattaforme; adozione di soluzioni per la promozione e vendita attraverso dispositivi Mobile (Mobile Commerce). • Extended Enterprise: adozione di tecnologie informatiche che consentano di supportare i processi che coinvolgono partner esterni, anche attraverso tecnologie di cloud computing. • Dettaglio Digitale: adozione di soluzioni digitali innovative, che comprendano tecnologie e contenuti digitali, per la vendita e la promozione di prodotti e servizi; • Smart Building: adozione di soluzioni telecontrollo riscaldamento, gestione scenari (es. illuminazione aree edificio) e più in generale energy management, sia attraverso soluzioni IoT e ICT per il monitoraggio del funzionamento degli impianti, che soluzioni per l’energy awareness; • Produzione digitale: adozione di tecnologie digitali avanzate a supporto dei processi produttivi caratteristici dell’azienda (automazione linee di produzione o imballaggio, RFid, software di modellazione 3D, impianti per la stampa 3D e tecnologie per la prototipazione rapida, …); • Smart Logistics: adozione di tecnologie digitali a supporto della tracciabilità dei prodotti (es. RFId), tecnologie per la gestione automatizzata del magazzino, soluzioni per il fleet management e la pianificazione dei trasporti (Transportation Management System), cruscotti di misura delle prestazioni a governo della supply chain (Business Intelligence). Misura B. Creazione di nuovi servizi e tecnologie digitali e Internet of Things (IoT) • Mobile Payment & Commerce; • Smart and Digital Factories; • Smart Asset Management; • Safety; • Smart Mobility; • Smart Energy Management; • Smart Environment; • eInclusion; • Cultural Heritage & Entertainment; • Agricoltura Digitale; • Big Data; • eLearning. Per tutte le Misure, pena la revoca del contributo, i progetti ammessi dovranno essere avviati entro e non oltre 60 giorni dalla data di assegnazione del contributo e ultimati entro 12 mesi dalla medesima data. Le spese ammissibili dovranno essere sostenute a partire dalla data di apertura del bando. Sono ammissibili le seguenti spese: MISURE A.1 e A.2 adozione di nuove tecnologie digitali • Acquisto di connettività dedicata; • Acquisto di licenze software; • Acquisto di servizi erogati in modalità cloud computing e SaaS11; • Acquisto di servizi di system integration applicativa; • Acquisto di servizi per lo sviluppo di software e applicazioni digitali; • Acquisto di dispositivi e servizi per la creazione e l’uso di ambienti tridimensionali; • Acquisti di tecnologie digitali (macchinari 3d) sistemi e tecnologie per la produzione e la prototipazione in ambito industriale (fino a un massimo di € 10.000); • Acquisto di dispositivi e servizi infrastrutturali (hardware, networking, digitalizzazione, storage, potenza di calcolo, ecc.); • Acquisto di servizi di formazione nell’ambito delle tecnologie digitali, ad esclusione di corsi base e solo se connessi alla realizzazione del progetto presentato. MISURA B - Creazione di nuove tecnologie digitali: • Contratti di collaborazione con enti di ricerca; • Servizi e tecnologie per lo sviluppo di prototipi e/o campionari; • Check-up tecnologici, sperimentazioni; • Servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto di ricerca; • Spese per la tutela della proprietà industriale; • Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto; • Spese del personale dipendente dell’azienda, impiegato nel progetto di ricerca e innovazione solo se espressamente dedicato al progetto; • Sono ammesse anche le consulenze specialistiche legate allo sviluppo delle tecnologie; Sono spese ammissibili per entrambe le Misure: 1. Servizi: o le spese per l’acquisizione dei servizi devono essere effettuate sulla base di contratti redatti in forma scritta. 2. Investimenti: o acquisto di beni strumentali e attrezzature; o spese per acquisto e/o leasing di impianti e macchinari, attrezzature tecnologiche, strumentazione informatica pertinenti alla realizzazione del progetto. Il contributo messo a disposizione è così ripartito: • Misura A.1 - StartUp: è concesso un contributo massimo di € 15.000 pari al 50% delle spese ammissibili per un investimento minimo di € 13.000; • Misura A.2 - Micro, Piccole e Medie Imprese: è concesso un contributo massimo di € 25.000 pari al 50% delle spese ammissibili per un investimento minimo di € 15.000 • Misura B - Imprese ICT: è concesso un contributo massimo di € 30.000 pari al 50% delle spese ammissibili per un investimento minimo di € 30.000. Le imprese dovranno presentare la domanda di contributo esclusivamente in forma telematica, accedendo al portale http://servizionline.mi.camcom.it e compilando l’apposito Modulo di domanda a partire dalle ore 12 del 2 luglio 2013 entro le ore 12 del 20 settembre 2013. Entro massimo sette giorni lavorativi dalla data di protocollo, pena l’inammissibilità della domanda, l’impresa dovrà: • stampare e sottoscrivere con firma del legale rappresentante il Modulo di domanda; • allegare copia del documento di identità del legale rappresentante firmatario; • consegnare tale documentazione a mano esclusivamente presso: Protocollo Generale della CCIAA di Milano Via San Vittore al Teatro, 14 20123 Milano Per maggiori informazioni contattaci, sarà Nostra premura risponderti il prima possibile.

 

Condividi su